La nostra missione

Il Carmelo Missionario eredita dal suo fondatore la disposizione e lo spirito missionario di andare "ovunque la gloria di Dio mi chiami".

Francisco Palau percepisce molto chiaramente cosa devono fare le sue figlie?

Ovunque ci sia

una ferita da curare
un peccato da alleviare
una gioia da celebrare
una speranza di risorgere
una persona da dignitosizzare
un'ingiustizia da superare
una certezza da confermare
una fede e un amore da condividere...

Lì abbiamo cercato di piantare la nostra tenda come missionari carmelitani. "Guardatelo in questo corpo che è la sua Chiesa, ferito, crocifisso, indigente, perseguitato, disprezzato e deriso. E sotto questa considerazione, offritevi di prendervi cura di lui e di rendergli i servizi che sono in vostro potere".

Sempre alla ricerca di nuovi orizzonti

siamo donne semplici ma coraggiose, aperte all'universalità, sempre desiderose di aprire frontiere e percorsi di dialogo e collaborazione. Impegnati nella storia, ci sentiamo inviati a essere vicini alla gente, al servizio di un mondo ferito e bisognoso; sensibili e solidali con i poveri e gli esclusi, coinvolti in progetti di promozione delle donne, degli sfollati, degli immigrati; con nuove forme di presenza che rispondono alle sfide della missione di oggi, come le popolazioni indigene dimenticate. "... Io vi mando e in mezzo allo scontro vi dirò cosa fare".

Sempre alla ricerca di nuovi orizzonti, siamo donne semplici, ma siamo anche coraggioso, aperto all'universalità, sempre desideroso di aprire le frontiere e di percorsi di dialogo e collaborazione. Impegnati nella storia, noi Ci sentiamo inviati ad essere vicini alla gente, al servizio di un mondo ferito e sofferente. bisognosi; sensibili e solidali con i poveri e gli esclusi, impegnati in progetti per la promozione delle donne, degli sfollati, degli immigrati; con nuove forme di presenza che rispondano alle sfide della missione di oggi come le popolazioni indigene dimenticate. "... Io vi mando e in mezzo alla Vi dirò cosa dovete fare".

Così, l'annuncio del Vangelo ha luogo in molti modi, come era desiderio del nostro fondatore: dedizione alla missione più necessaria in ogni luogo e in ogni momento. Oggi sono diverse nazioni che contano e accolgono la nostra presenza fraterna e di preghiera e lavoro missionario nei cinque continenti. "La mia missione si riduce ad annunciare al popoli che tu, Chiesa, sei infinitamente bella e amabile".

In questo modo il La congregazione svolge la sua attività apostolica nell'educazione cristiana, nell'azione cristiana e nella promozione della salute. nell'ambito della salute, della missione "ad gentes", della pastorale sociale, della pastorale per le persone con disabilità. giovani, la pastorale della spiritualità e altre forme di evangelizzazione. "Amore di Dio, amore del prossimo: questo è l'oggetto della mia missione.".

E continuiamo allargando la tenda, rinascendo e crescendo nella missione condivisa con l'Unione Europea. laici.

Educazione

L'insegnamento come ministero alto e sublime

Salute integrata

Guardare la Chiesa nel corpo ferito e crocifisso

Intervento sociale

Vivere la Chiesa equivale al compimento supremo della Carità

Pastorale parrocchiale

Ci sentiamo chiamati alla missione della Pastorale Parrocchiale

Centri di spiritualità

Ci sentiamo chiamati a rispondere al bisogno umano di trascendenza, di incontro con Dio e con se stessi.

Ministero vocazionale della gioventù

Ci sentiamo chiamati a condividere la vita con i giovani

Altre esperienze missionarie

Amare Dio e amare il prossimo

chiudere

Iscriviti alla nostra newsletter

La privacy *

Non inviamo spam. Leggi il nostro Informativa sulla privacy.

it_ITIT
Condividi questo