Oggi ci avviciniamo all'Ecuador. Un detto castigliano dice: Ben nato è essere grati!

Sandra vuole esprimere la sua gratitudine a Dio, alla vita, alle sorelle, alle persone che hanno permesso alla famiglia di superare la malattia …….

Il mio nome è SANDRA LUCIA

Sei mesi fa le nostre vite hanno preso una svolta a 360 gradi, nel mese di marzo l'umanità ha dovuto affrontare una sfida senza precedenti con l'arrivo di COIVID 19.

Siamo stati pieni di paura, incertezza, rabbia, stress, disperazione e altro ancora. Ma abbiamo anche potuto verificare che non solo le malattie del corpo sono quelle che ci perseguitano ma anche quelle dell'anima, mancanza di empatia, egoismo, ingiustizia, disuguaglianza economica tra le altre.

45 giorni fa con mia madre, mia sorella, mio ​​nipote (bambino) e figli, ho vissuto quello che sono sicuro che molte famiglie in Ecuador e nel mondo devono attraversare e provare quando iniziano ad avere sintomi influenzali, mal di stomaco, febbre e malessere generale. Mi sentivo molto spaventato, disperato alla ricerca di un modo per poter accedere a un esame tampone gratuito, perché in Ecuador in particolare questo esame ha un costo molto alto. Quando ho appreso il risultato positivo dei test della mia famiglia e di me, le paure si sono acuite, perché la responsabilità di mia madre era la cura dei miei nonni, 2 anziani che non molti giorni fa avevano vissuto e condiviso spazi, cibo e affetto con noi.

L'esperienza di essere stati portatori di questo virus non è stata delle migliori, non troviamo facilmente cure mediche negli ospedali statali, a quel tempo c'erano così tante persone che tutte le case sanitarie pubbliche e private erano crollate, le medicine erano esaurite , che ha reso difficile l'acquisto, fortunatamente nonostante tutto la vita è saggia e molto generosa con me e la mia famiglia.

I principi di vita della mia famiglia sono sempre stati la generosità, la solidarietà, l'amore per gli altri e per gli altri, in questa esperienza di rivivere ho potuto sentire queste tre cose con un'intensità che non avevo sentito prima, nemmeno quando le ho messe in praticare questi valori.

Voglio ringraziare la vita per la mia bella famiglia materna e paterna, mi hanno dato ogni loro forza, ogni giorno mi hanno mostrato il loro affetto in modi diversi, ringraziando la vita per avermi dato tante zie politiche che sono in giro per il mondo, quotidianamente Sono stata accompagnata dalle preghiere dei Missionari Carmelitani, il fatto di essere a conoscenza del programma di ogni Paese in cui stanno facendo il loro lavoro, mi ha fatto pensare e sentire che avevo una preghiera 24 ore al giorno che generava nella mia grande speranza. Grazie anche alle suore del Consiglio provinciale per il dono della presenza della mia “ñaña” (zia) Susy, che ci ha vegliati e soprattutto si è presa cura dei miei cari nonni.

Sii grato per la famiglia allargata, quella che si ha la possibilità di incontrare lungo la strada, quelli che chiamiamo amici e amici che ogni giorno mi hanno dato un messaggio, una chiamata, la loro disponibilità a collaborare in quello che potevano secondo La tua possibilità, un ringraziamento speciale a medici, infermieri, terapisti respiratori, psicologi, personale di pulizia, cibo, laboratorio, raggi X e sicurezza del Bicentennial Mobile Hospital per il loro accompagnamento nel mio soggiorno lì, e infine per ringraziarmi compagno di vita che insieme ai miei figli sono la forte radice del mio albero della vita.

Per salutare tutti, vorrei condividere con voi il testo di una canzone di Monsignor Leónidas Proaño, questa canzone penso che descriva perfettamente tutto ciò che ho potuto provare ricevendo l'energia, l'affetto, le preghiere, la cura e l'accompagnamento in questo processo.

GRAZIE A TUTTI E TUTTI PER LA VITA

SOLIDARIETÀ Mons. Leonidas Proaño

 Tieni sempre le orecchie aperte

al grido del dolore degli altri

e ascolta la tua richiesta di aiuto

è solidarietà (3) 

  1. Tieni gli occhi sempre attenti

e gli occhi si stendono sul mare,

alla ricerca di alcuni naufraghi in pericolo

è solidarietà (3) 

  1. Senti la sofferenza come se fosse la tua

del fratello qua e là,

per possedere l'angoscia dei poveri

è solidarietà (3) 

  1. Per diventare la voce degli umili,

scoprire l'ingiustizia e il male,

denuncia gli ingiusti e i malvagi

è solidarietà (3) 

  1. Diventa anche tu un messaggero

dell'abbraccio sincero e fraterno

che alcune città inviano ad altre città

è solidarietà (3)

  1. Condividi i pericoli nella lotta

per vivere in giustizia e libertà

 rischiando in amore fino alla vita

è solidarietà (3) 

  1. Arrenditi per amore fino alla vita

è la più grande prova di amicizia

è vivere e morire per Gesù Cristo

è solidarietà (3)