"La predicazione del Vangelo è un insegnamento [Mt 28,19].
Insegnare senza metodo o forma equivale a costruire senza un piano e senza un'idea;
Questo non è possibile né nel naturale né nell'artificiale.
Un'opera senza figura o forma è impossibile".
(Francisco Palau)

L'8 agosto sono stati presentati gli Orientamenti generali per la pastorale giovanile vocazionale a tutte le équipe di pastorale giovanile vocazionale delle congregazioni missionarie carmelitane.

Data la situazione di pandemia che l'umanità sta attraversando, l'incontro si è svolto praticamente con lo zoom, con una risposta molto positiva. C'è stata una grande affluenza, nonostante fosse domenica. Questo dimostra l'interesse e la necessità di avere delle linee guida per il nostro lavoro pastorale.

Hanno partecipato suore di tutti i Distretti e un gruppo di 10 giovani delle Filippine che lavorano con le suore nella pastorale giovanile (Equipe Nazionale CMJ). Un totale di 92 finestre zoom ci hanno aperto alla realtà del lavoro con i giovani di molte Suore Carmelitane Missionarie: Roma, Spagna, Polonia, Perù, Costa d'Avorio, Indonesia, Thailandia, Filippine, El Salvador, Brasile, Colombia, Argentina, Australia, Taiwan, Vietnam, Corea, India, Kenya, Cile.

Lila Rosa Ramírez, Superiora Generale, che ha spiegato il motivo di questo lavoro, basato sul mandato conferitoci dal XXI Capitolo Generale, di concretizzare le linee guida generali per il lavoro con i giovani nella nostra Congregazione.

Le sorelle Joanna Gulcz e Lola Jara dall'Europa, Sandra Henríquez dal Cile, Rebecca Polinar dalle Filippine, Loida Tortogo e Angélica Conde dal Consiglio Generale, compongono la commissione di Pastorale Giovanile Vocazionale, hanno offerto il lavoro svolto, facendo la presentazione con sapore palautiano e partendo dai simboli utilizzati da Padre Palau, come il aereo, specchio, montagna, sentiero, grotta, caverna y PIAZZA DELLA CITTÀper ingrandire le diverse parti del documento.

Con questo, vogliamo unificare le linee principali che danno unità e sostegno carismatico al nostro lavoro.o lavorare con i giovani, per cui viene raccolto un Decalogo che viene a costituire i principi e i criteri che vogliamo governare la nostra pastorale giovanile e un Itinerario Giovanile Palauziano, che offre un percorso nello stile di Francisco Palau profeta itinerante al servizio del Regno, con quattro tappe distinte da percorrere facendo processo con loro.

Dopo la presentazione, la parola è passata alle domande, ai chiarimenti e ai suggerimenti. Il lavoro svolto dalla commissione è stato molto apprezzato e c'è stato entusiasmo per avere tra le mani questo documento, che ora deve essere contestualizzato in ogni Paese e nella realtà specifica della nostra pastorale giovanile.

Abbiamo avuto anche la partecipazione di una traduttrice professionista, Silvina Orsi, che ha facilitato la traduzione simultanea e le sorelle di lingua inglese hanno potuto seguire l'intera presentazione.

Dopo due ore e mezza ci siamo salutate non solo in lingue diverse, ma anche in momenti diversi, dalle sorelle dell'America Latina all'inizio della giornata a quelle dell'Asia che stavano per andare a dormire e dell'Europa a metà pomeriggio, un'intera ricchezza di diversità culturali, ma con "un solo cuore, animato da uno stesso spirito", come ha incoraggiato Padre Palau alle prime sorelle.

 

it_ITIT
Condividi questo