Sembra che il nostro protagonista abbia cercato di incardinarsi nella diocesi di Lleida. E il vescovo Uriz gli sarebbe stato ostile. Successivamente si stabilì a Barcellona e iniziò la sua grande opera di catechesi: The School of Virtue. Uno dei suoi migliori progetti evangelistici! Al confine, senza dubbio!

Questo vescovo sciolse il soffio di vita che cominciò a emanare dai gruppi palautiani. Presto ha dato via la sua esistenza. Pietà! Parallelamente sono iniziate le denunce al governo. Le suore furono chiamate al tribunale ecclesiastico. Sono stati formati dal giudizio. E hanno preso una dichiarazione. La mostra di Juana Gratias colpisce per semplicità, coraggio e buon senso. Era una ragazza di 27 anni. Tuttavia, non sembra. Con la sua dichiarazione ci dà abbondanti informazioni: chi sono, chi li guida, cosa fanno, perché, quante persone compongono i gruppi.

Il vescovo ha ordinato un'indagine su di loro. E ha percepito ciò che si stava forgiando lì: un'istituzione religiosa. Ha già trovato un altro gruppo per eliminarlo dalla scena ecclesiale!

Il governatore civile ha dato ordine di disperdere entrambi i gruppi -Lérida e Aitona-. Ordine distaccato, immediatamente, da lui. Ufff! Urgy! L'umile esposizione dei fatti da parte degli interessati è stata inutile. Né le ripetute suppliche, al prelato, di riconsiderare tale decisione. Quest'uomo ignorava persone come loro. Quelli semplici?

Forse non era il momento che il Carmelo Missionario emergesse. Era solo una nuova prova della vita comunitaria.

Palau ha lavorato alla School of Virtue. Lì ricevette la dolorosa notizia: i gruppi dei suoi leader erano stati soppressi. Il mese di marzo 1852 stava finendo e nemmeno le sue preghiere furono di alcuna utilità.

All'inizio hanno continuato a interagire tra loro. Poi si sono dispersi. Ognuno doveva trovare un'elegante via d'uscita dal proprio futuro. Juana Gratias è stata la tappa peggiore. Umanamente era alla deriva. Legato spiritualmente a Palau. Grazie al cielo ha avuto un buon supporto!

Ben presto anche il regista si ritrovò smantellato. La calunnia e la persecuzione avevano preso il loro tributo su di lui. E hanno rovinato la Scuola della Virtù. Lo hanno confinato a Ibiza. Juana Gratias sperava di continuare a guidare i successivi successi palautiani. Sarebbe successo più tardi. Vero ?

Con quanto accaduto Francisco Palau abbandona la sua intenzione di fondatore. Magnifica la sua auto-confessione: Se non era volontà di Dio formare comunità religiose, ringraziamolo moltissimo e rallegriamoci della vostra sconfitta e dispersione.. E continua ... Farò del bene a tutti. Più che posso. Ma per quanto riguarda le indicazioni, prese con l'oggetto che aveva, è già concluso. La trama paradossale riemerge ancora una volta nella sua esistenza. Sarà un fondatore nonostante questi rimpianti.

Non era ancora maturo, secondo i piani di Dio. L'ora della sua paternità spirituale non era ancora arrivata. Francisco ha organizzato gruppi, a livello di progetto. Li ha incoraggiati con la direzione spirituale, ma ancora non poteva trasmettere la vita: la sua linfa ecclesiale. Quella sarebbe l'ora di Dio. Sì?

I fallimenti umani hanno agito come risultati per il lavoro futuro. Lo ha riconosciuto: Parliamo, progettiamo, facciamo e disfiamo piani come creature su cui camminiamo…. E Dio che vede i nostri pensieri, forse ne ride e, nella sua saggezza, ha altri progetti pronti. Fallo ridere, congratulazioni. Ovviamente Dio aveva altri piani. Diverso dal tuo. Ma Francisco era aperto, aperto, per sostenerli. Sarebbe di più! Soprattutto, se hanno influenzato il suo fedele indirizzo: Assicurati che non ti trascurerò e approfitterò di tutte le opportunità che si presentano per realizzare i piani di Dio per te. Accompagnati e protetti, E quale protezione!

Ci è voluto del tempo perché i piani di Dio per lui e per Juana Gratias si manifestassero. Ancora una volta, sarebbe stata l'anello di congiunzione tra il passato e il futuro della famiglia Palautian. Sì, con lei meglio. Meglio!