L'incontro con Cristo, con la Chiesa, completa la vita del missionario carmelitano, che, nella gioia della sua vocazione, marcia con gioia per incontrare chi soffre, perché ha nel cuore la certezza della sua chiamata.